Verso un turismo a sprechi zero: a Cipro iniziative turistiche che fanno la differenza

Verso un turismo a sprechi zero: a Cipro iniziative turistiche che fanno la differenza

Nell’era post-pandemica, l’industria del turismo si confronta con sfide ambientali sempre più pressanti, spingendola verso un’imminente svolta e verso pratiche più sostenibili e rispettose dell’ambiente. In particolare, le piccole e medie imprese (PMI) nel settore turistico stanno esaminando metodi innovativi per adeguarsi e prosperare adottando i principi del turismo circolare e sostenibile.

Un chiaro esempio di questo impegno si è manifestato durante una delle visite studio organizzata a Cipro attraverso il progetto ECOTOURS, focalizzato sul tema “Verso un turismo senza plastica: ridurre i rifiuti e il consumo di risorse naturali come energia, acqua, suolo e biodiversità.” L’evento ha visto la partecipazione di 15 PMI turistiche provenienti da Italia, Spagna, Grecia, Ungheria, Francia e Cipro, e ha stimolato intense discussioni su strategie di minimizzazione dell’impiego di risorse e rifiuti. È stata evidenziata l’importanza delle “5 R della sostenibilità”: Ridurre, Riutilizzare, Riciclare, Rinnovare e Riprogettare, per mitigare l’impatto ambientale nel settore.

Clicca qui per vedere l’intervista alle PMI presenti.

Dalla teoria alla pratica attraverso l’esplorazione

Le sessioni teoriche sono state accompagnate da esperienze pratiche per trasferire i concetti appresi in realtà tangibili. Ad esempio, le PMI hanno visitato il Centro Apistico e Naturale Ecophysis, un’azienda locale a conduzione familiare che propone tour esperienziali ed educativi. Ulteriori visite sono state effettuate presso l’azienda olivicola biologica Terra Oliva, che coltiva oltre 7.000 ulivi, inclusi esemplari storici vecchi fino a 1.000 anni, secondo metodi biologici.

Un esempio notevole di trasformazione di un’idea personale in un’iniziativa ecologica di successo è stato il parco botanico Cyherbia a Cipro. La visita del parco ha permesso di cogliere la sua missione dedita a ridurre al minimo l’impronta ecologica e a ispirare una maggiore consapevolezza ambientale, promuovendo l’inclusione e la diversità.

Nel corso delle visite, i partecipanti hanno acquisito una conoscenza più approfondita delle iniziative locali a favore delle pratiche sostenibili. I workshop hanno inoltre permesso la creazione di itinerari ecoturistici, applicando direttamente le conoscenze acquisite e fornendo un esempio di come l’apprendimento tra pari e la cooperazione internazionale possano tradursi in interventi concreti a vantaggio delle imprese e dei turisti.

Il turismo sostenibile non si limita solo alla conservazione della natura, ma include anche la valorizzazione delle culture locali. In questo contesto, l’esperienza interattiva nel Museo dei Mugnai di Cipro ha offerto una panoramica dettagliata sulla storia della molitura del grano locale, culminata nella preparazione del pane tradizionale, celebrando così il patrimonio culturale del paese.

Attraversare il ponte verso un turismo più verde e responsabile presenta complessità, ma iniziative come “ECOTOURS”, che mira a potenziare le comunità locali per sviluppare ecosistemi turistici circolari e sostenibili, dimostrano che è fattibile. Con un impegno collettivo delle PMI turistiche e dei turisti, possiamo aspirare a un futuro in cui i viaggi non saranno solo un’esplorazione di nuove destinazioni, ma contribuiranno anche alla salute del nostro pianeta.

About ECOTOURS:
Il progetto “ECOTOURS” (Empowering local communities turning them into laboratories for co-development of circular and sustainable tourism ecosystems) rafforza la capacità delle micro, piccole e medie imprese turistiche e degli ecosistemi turistici comunitari. Attraverso la collaborazione transnazionale, l’apprendimento tra pari, e lo sviluppo di capacità, il progetto coinvolge gli attori chiave e le comunità locali in Europa in strategie e azioni coese e collaborative per costruire un sistema di supporto alle PMI del turismo, con particolare attenzione a come i principi e gli standard dell’economia circolare si applicano ai servizi e alle imprese turistiche.

1000 563 Ecotours